IMPRESA E LAVORO 4.0 AZIONE 1.3.1 “PROMUOVERE I PROCESSI DI INNOVAZIONE AZIENDALE E L’UTILIZZO DI NUOVE TECNOLOGIE DIGITALI NELLE MPMI MARCHIGIANE E AZIONE 21.1 AREA SISMA”

9 gennaio 2019

IMPRESA E LAVORO 4.0
AZIONE 1.3.1 “PROMUOVERE I PROCESSI DI INNOVAZIONE AZIENDALE
E L’UTILIZZO DI NUOVE TECNOLOGIE DIGITALI NELLE MPMI
MARCHIGIANE E AZIONE 21.1 AREA SISMA”

TIPO DI INTERVENTO: Con il presente intervento la Regione Marche intende
Favorire reali processi di innovazione tecnologica e digitale, delle MPMI manifatturiere
marchigiane, attraverso il sostegno a nuovi investimenti materiali ed immateriali,
nell’ottica del “Piano Nazionale Industria 4.0“ nello specifico interventi relativi a:
– Automazione industriale;
– Smart and Digital Factories (IoT);
– Sistemi produttivi flessibili;
– Produzione rapida;
– Progettazione e sviluppo di prodotti multifunzione, modulari e configurabili;
– Progettazione di prodotti di alta qualità attraverso tecnologie digitali innovative;
– Progettazione integrata (progettazione simultanea prodotto-processo-sistema);
– Realizzazione del sistema di etichettatura per la tracciabilità del prodotto
– Sviluppo di prodotti-servizi, di servizi post vendita e manutenzione del prodotto
SOGGETTI BENEFICIARI: MPMI** (micro, piccole e medie) imprese in
forma singola che si impegnino ad attivare, in data antecedente a quella della prima
erogazione dell’agevolazione (a titolo di anticipo o di stato avanzamento lavori) e
comunque entro 6 mesi dalla data di inizio dell’attività almeno un tirocinio di
inserimento/reinserimento al lavoro, così come disciplinato dalla DGR n. 1474
dell’11/12/2017. I tirocinanti devono essere in possesso, prioritariamente, di un titolo
di studio, o di formazione professionale post diploma o post laurea e/o di esperienza
lavorativa almeno biennale comprovanti un livello di conoscenze e competenze
inerenti le tecnologie relative al manifatturiero avanzato e/o le tecnologie ICT
emergenti, con particolare riferimento a quelle oggetto del programma di
investimento, così come risultanti dal loro curriculum vitae. ** Hanno l’attivit
economica principale, come risultante dal certificato CCIAA alla data di presentazione della
domanda, rientrante nelle seguenti attività economiche ATECO 2007): B Estrazione di minerali
da cave e miniere con esclusione dei codici 05.10.0, 05.20.0, 08.92.0; C Attività Manifatturiere; D
Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata; E Fornitura di acqua; reti fognarie,
attività di gestione dei rifiuti e risanamento; F Costruzioni; J Limitatamente al codice 61-
Telecomunicazioni e al codice 62 – Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse M
limitatamente al codice 71 (attività degli studi di architettura e d’ingegneria; collaudi ed analisi tecniche)
e al codice 72 – Ricerca Scientifica e Sviluppo N Limitatamente ai codici 78 – Attività di ricerca,
selezione, fornitura di personale 82 – Attività di supporto per le funzioni d’ufficio e altri servizi di supporto
alle imprese

ENTITA’ DELL’AIUTO: Il contributo in conto capitale varia da un minimo del 10% ad un massimo del 60% della spesa ammissibile. L’intensità di aiuto varia a seconda delladimensione dell’impresa e della tipologia di spesa sostenuta. Il costo totale ammissibiledel programma di investimento non deve essere inferiore a € 25.000,00. Il contributo massimo concedibile non potrà essere superiore a € 200.000,00

SPESE AMMISSIBILI:
– acquisto di beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione
tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0 comprese le relative
spese di installazione;
– acquisto di beni immateriali – software, sistemi e /system integration,
piattaforme e applicazioni comprese le relative spese di installazione;
– acquisizione di Know how e di servizi di sostegno all’innovazione,
strettamente connessi alla realizzazione del programma di investimento, nella
misura massima del 30% del totale delle spese previste dal programma di
investimento;
– spese per il personale attivato mediante tirocinio e ospitato in azienda ai fini
degli obiettivi previsti dal presente bando, nella misura del 60% della spesa
riconosciuta;
– perizia tecnica giurata o attestato di conformità, nella misura massima di €
2.000,00;
– costo della Fidejussione, in caso di richiesta di anticipo, nella misura
massima di € 2.000,00.
*** Il programma di investimento deve essere avviato successivamente alla data di
presentazione della domanda di partecipazione al presente bando, fatta eccezione per le imprese che opteranno per il regime “de minimis” per le quali la data di avvio
dell’investimento e i termini di ammissibilità della spesa decorrono dal
16/02/2018, data di chiusura dello sportello telematico di cui al precedente bando.
Per le imprese che opteranno per il regime autorizzato (Reg. (UE) 651/2014)
le spese ammissibili sono quelle effettuate a decorrere dalla data di
presentazione della domanda.

Inoltre, con risorse derivanti dal POR MARCHE FSE 2014-2020, potranno essere
finanziate le seguenti misure connesse al presente bando: aiuto all’assunzione per la trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro subordinato o per l’assunzione di
personale aggiuntivo voucher formativi finalizzati a creare e diffondere la cultura
dell’innovazione e ad aumentare le conoscenze e le competenze professionali nelle
nuove tecnologie ICT.

AIUTI ALLE ASSUNZIONI: Ai beneficiari del presente bando potrà essere
riconosciuto un ulteriore contributo a fondo perduto, finanziato con risorse derivanti dal POR MARCHE FSE 2014-2020, attraverso uno specifico Avviso da parte della PF
”Promozione e sostegno alle politiche attive per il lavoro, corrispondenti servizi
territoriali e aree di crisi”, nel caso di trasformazione del tirocinio in contratto di lavoro
subordinato o di assunzione di lavoratori che risultino aggiuntivi, rispetto all’ organico
risultante al momento della presentazione della domanda e coerenti, rispetto al
programma di investimento presentato, pari a:
€ 10.000,00 per assunzioni a tempo indeterminato;
€ 5.000,00 per assunzioni a tempo determinato di almeno 24 mesi

RISORSE DISPONIBILI: € 6.760.062,31 di cui € 1.983.594,46 per le imprese localizzate nell’area del cratere e Comuni limitrofi
SCADENZA: Dall’11 febbraio 2019 al 3 aprile 2019

  • Facebook
  • Twitter
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS
  • PDF

Articolo precedente:

Articolo successivo: